Dahlia | Hybrid Essence

FT X 00

flag UK

copertinadahlia

Hybrid Essence è l’album d’esordio del trio Dahlìa, in uscita per l’etichetta Finisterre. Otto canzoni originali che creano un mondo di suoni nuovi e descrivono paesaggi in un chiaroscuro elettronico: racconti di viaggi, storie di amori fragili ma intensi.

Il sound di Dahlìa nasce dalla combinazione di atmosfere elettroniche con strumenti musicali poco conosciuti, come la nyckelharpa, il nak tarhu, la ghironda, etc. È un groove ibrido sostenuto da percussioni naturali e digitali e da un ordito ritmico che sostiene la voce unica di Arianna che domina ogni brano di Dahlìa.

La band ha messo le sue radici tra le pietre antiche di Maranola, tra le onde del Tirreno e le storie che si raccontano tra le mura della Città Eterna. Ora il fiore è sbocciato, ha preso forma e si affaccia nel mondo con i suoi petali musicali. Ciascuno ha un suo profumo speciale e rappresenta una tappa di viaggio nei luoghi dell’anima: così Diva che naufraga per mare, o Amor che perde i suoi sogni in città, Marrakech tra le dune e la casbah, in un’atmosfera sempre più Hypnotica. E poi le storie piovose di To a Friend e Malinconia, e gli amori fragili ma intensi di Sunset e For Granted. Tutti insieme a formare Hybrid Essence, con i suoi originali accostamenti che fanno viaggiare su itinerari nuovi.

Il gruppo è composto da Arianna Colantoni (voce), Mario Ferro (Sound Design & Hybrid Drum) e Giordano Treglia (Sound Design & ghironda, nyckelharpa, nak tarhu, handpan, chitarra elettrica, pianoforte).


Il disco vede la collaborazione di Marco Iamele (gaida), Diego Micheli (chitarra battente), Andrea Micheli (chitarra classica), Lorenzo Reggio (chitarra) e lo speciale Sound Design di Alessio Mecozzi e Cristian Marras (dei Mokadelic), Umberto Milanesio/HolyUFrancesco Santalucia.

Ti potrebbe interessare anche...