sparabarba

CANZONI A RACCOLTA
Ambrogio Sparagna e Luca Barbarossa tra ballate e serenate di Roma e della sua campagna

Originale spettacolo dedicato a Roma e alla sua ricca e poco conosciuta tradizione popolare. Una collezione di ballate e serenate, interpretate in modo affascinante da Luca Barbarossa e da Ambrogio Sparagna, ci conducono in un variegato repertorio antico e nuovo dove alla canzone d’autore (brani dello stesso Barbarossa o Sparagna ma anche di Romolo Balzani e altri) si alternano stornelli e balli della tradizione popolare presenti nella storia in musica della città eterna e della sua campagna. Al centro della scena Sparagna, sostenuto dalla straordinaria energia e bravura dei musicisti dell’Orchestra Popolare Italiana, dà vita ad una grande festa che riesce ad animare la piazza, la fa saltare seguendo il ritmo vorticoso tra organetti, chitarre, ciaramelle, violini e tamburelli.

Di particolare rilevanza e suggestione inoltre, la scaletta di brani proposti dalla voce di Luca Barbarossa. Una raccolta di canti controcorente, come direbbe il poeta Balzani, e parafrasando Petrolini, fatti “Tanto pe cantà”.

 

 

 

RAGNOMOSCARAGNO e MOSCA
Canti, Cunti e Cante d'Animali

Un originale viaggio musicale nella tradizione popolare italiana, tra Napoli, Roma e la pianura Padana, attraverso storie fantastiche, filastrocche, villanelle,moresche, canti a ballo, strambotti e serenate dedicate agli animali 

Un Progetto originale di AMBROGIO SPARAGNA
con ORCHESTRA POPOLARE ITALIANA dell'Auditorium Parco della Musica di Roma
con la partecipazione di PATRIZIO TRAMPETTI e TOSCA

Nei canti popolari italiani l'arte della trasfigurazione metaforica degli uomini in animali presenta profonde analogie con quelle modalità narrative tipiche del mondo classico presenti in Esopo e Fedro. Questo genere di composizioni, che ebbe grande successo già a partire dal Cinquecento, grazie al repertorio delle villanelle e delle moresche “napolitane” che dal Meridione si diffusero a Roma e nel resto della Penisola, si caratterizza per un originale utilizzo della metafora degli animali creando una divertente ma spietata analisi dei vizi e delle debolezze dell'uomo.
Alcuni di questi canti costituiscono delle vere e proprie massime narrative e l'insegnamento morale che se ne ricava offre un originale spaccato di realtà quotidiana. Lo spettacolo Ragno e Mosca attraversa questo grande repertorio italiano, proponendo alcuni esempi storici di villanelle e moresche tipiche della tradizione cinquentesche e esempi di trasfigurazione metaforica di uomini in animali nelle opere di tre importanti autori del Novecento, in particolare Viviani, Trilussa e Balilla Pratella.
Tra gli ospiti Patrizio Trampetti e Tosca.

gruppo1

REBELDE
Forgotten Gypsy Songs of Italy

Un nuovo originalissimo progetto guidato da Erasmo Treglia che vede insieme artisti storici della scena world italiana: l’acclamata band gitana di Acquaragia Drom e Mimmo Epifani, eccezionale virtuoso pugliese di mandola “da barbiere”.
Rebelde” è una speciale raccolta di brani nello stile degli Acquaragia Drom e alcuni brani sorprendenti, per scelta e arrangiamento, della storia musicale del nostro paese. Tutti insieme in una vera e propria avventura musicale che parla la lingua nomade, che attraversa le frontiere riuscendo ad arrivare in ogni angolo del mondo. “Rebelde” è infatti una rivoluzione dei generi musicali che si manifesta in un animato spettacolo che mette insieme “Bella Ciao” e “Italiano vero”, swing manouche e pizziche rom. Da cantare e ballare insieme, tutti invitati a un matrimonio zingaro dal sapore italianissimo.

..

 

 

 

cantiapocrifirev2 

CANTI APOCRIFI
Melodie popolari ispirate dai Vangeli Apocrifi

Un concerto di voci antichissime e sempre vive che cantano di alberi magici di carrubo, zingare gentili e ospitali, turchi che si interessano ai misteri cristiani. Una serie esilarante e commovente di situazioni ed episodi che il racconto popolare dei canti dedicati ai fatti dei Vangeli mette in scena con il coinvolgente ritmo dei solisti dell'Orchestra Popolare Italiana di Ambrogio SparagnaNello spettacolo il narratore-poeta, Davide Rondoni, traendo spunto soprattutto dai testi dei Vangeli Apocrifi e da rielaborazioni popolari, crea un legame tra le parole e i canti, al modo dei cantastorie-banditori di un tempo, che utilizzavano una scenografia di tavolozze disegnate. I testi, in chiave lirica o ironica, fungono da collegamento tra i vari canti. Tra questi, alcuni provengono dal lavoro di riscrittura fatto da Pier Paolo Pasolini nel 1955 nella nota antologia “Canti popolari italiani”.

 

.

.

.

tammorra-800x480LA NOTTE DEI TAMBURI
Grande festa-concerto con i ritmi e gli strumenti della tradizione popolare italiana
On stage: Tammurriata di Scafati, Nando Citarella, Antonio ‘O Lione & Ospiti

LA NOTTE DEI TAMBURI è un progetto originale 2015 che prevede un concerto-evento di cui protagonisti sono i ritmi, le voci e gli strumenti della tradizione musicale italiana.
Tammorre, tamburelli, putipù, triccheballacche, castagnette e altri strumenti del ritmo nelle abili mani di alcuni tra i più rappresentativi artisti e percussionisti della scena folk italiana come Tammurriata di Scafati, Nando Citarella, Antonio 'O Lione e altri ospiti. Non solo un concerto ma una vera e propria notte bianca dedicata al tamburo e alle percussioni tradizionali con un’attenzione particolare rivolta ai ritmi delle danze tradizionali come la tarantella, la pizzica, la tammurriata, il saltarello, la manfrina in una festosa poliritmia, tra canzoni classiche e improvvisazioni.
Un momento molto speciale, alla fine dello spettacolo, è rappresentato dall'esecuzione di un ritmo (il celebre terzinato della pizzica salentina) della durata di un'ora, senza alcuna interruzione. In questa sezione tutti possono suonare (giù dal palco) insieme ai musicisti e soprattutto possono ballare per un'ora intera senza interruzione.
Tutti insieme allora per un gran concerto e per una coinvolgente jam session che vede musicisti e pubblico impegnati a battere un singolare record: scandire ininterrottamente il ritmo per 60 minuti, senza alcuna interruzione. L’effetto trance generato porta a ballare tutta la piazza sino allo scandire dei 12 colpi della mezzanotte dell’orologio del paese.

Un’occasione da non perdere per chi ama il sapore delle feste tradizionali.
Il progetto, date le caratteristiche di originalità, può risultare di interesse non solo per gli appassionati al genere ma anche per un folto e variegato pubblico suscitando l’attenzione dei vari mezzi di informazione.