SI CANTA MAGGIO | XI Edizione

SI CANTA MAGGIO

undicesima edizione

La festa del lavoro all’Auditorium Parco della Musica  di Roma

Si Canta Maggio torna ad animare l’Auditorium Parco della Musica con una grande festa, un grande spettacolo, all’aperto e al chiuso: una giornata di  festa popolare per celebrare il diritto al lavoro con concerti, spettacoli all’aperto, mostre di strumenti musicali e il Mercato di Campagna Amica.

Si canta Maggio è un progetto di Ambrogio Sparagna per l’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, il Coro Popolare  e il Coro di Voci Bianche diretti da Anna Rita Colaianni.

Una Produzione originale della Fondazione Musica per  Roma

PROGRAMMA

Mattina

ore 10 Giardini Pensili

A partire dalla mattina, nei giardini pensili del Parco della Musica avrà inizio la mostra mercato di prodotti enogastronomici tipici “a chilometro zero” a cura della Coldiretti (Mercato di Campagna Amica). La mostra mercato proseguirà per tutto il pomeriggio e sarà arricchita dalla presenza di alcuni espositori di liuteria tradizionale.

Ore 11 Sala Sinopoli  

Sogna fiore mio

Canti di lavoro, ballate e serenate della tradizione popolare italiana

Un progetto originale di Ambrogio Sparagna

per l’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica di Roma,

il Coro Popolare  e il Coro di Voci Bianche diretti da Anna Rita Colaianni

Ospiti speciali di questa undicesima il cantastorie calabrese Nando Bruscola partecipazione straordinaria di Tosca

Sogna fiore mio è uno spettacolo originale dedicato alla grande tradizione dei canti di lavoro femminili, un repertorio assai variegato dove, accanto ad alcuni componimenti utilizzati per ritmare il lavoro (soprattutto collettivo), un tempo erano largamente diffusi anche una serie di canti narrativi dedicati alle grandi eroine della tradizione popolare italiana, in particolare le storie della “povera” Cecilia  e della “donna” Lombarda che in questo spettacolo vengono proposte nella straordinaria intrepretazione di Tosca, una delle voci più belle del panorama musicale italiano, che per la prima volta collabora con l’Orchestra Popolare Italiana.
Accanto a questo repertorio di ballate, nello spettacolo vengono proposte anche una varietà di conte, filastrocche e serenate interpretate dalle voci soliste dell’Orchestra, dal Coro popolare e da quello delle Voci bianche. Lo spettacolo è, inoltre, arricchito dalle originali narrazioni del cantastorie calabrese Nando Brusco, straordinario virtuoso di tamburelli e fine affabulatore.

Pomeriggio

Area giardini pensili

 

Ore 13.00

Distribuzione di fave, pecorino e vino bianco perpetuando l’antica usanza romana delle uscite fuori porta in occasione del primo maggio.

Ore 15

Tamburo è voce

Battiti di un cantastorie

La Calabria nei racconti cantati di Nando Brusco (voce e tamburello)