Unvantaluna | Errare Humanum Est

ERRARE HUMANUM EST

Festival di musiche tradizionali e world (IV ed.)

 

1 Aprile – Auditorium Parco Della Musica di Roma | Teatro Studio h. 21.00

Unavantaluna & Ziad Trabelsi

LA PETITE SICILE

Unavantaluna rivolge lo sguardo al Nord Africa, lì dove la storia recente della cultura siciliana ci invita a guardare.

In concerto il repertorio siciliano del gruppo e quello tunisino dell’eclettico suonatore di oud Ziad Trabelsi, si confrontano per svolgere un racconto che evoca la memoria di una identità remota e il futuro di una storia comune.

Dal 1860, si è assistito ad un sempre piu’ imponente esodo di Siciliani verso la Tunisia. Negli anni questo fenomeno ha assunto le caratteristiche di una vera e propria diaspora. Il rapporto fra le due comunità è sempre stato improntato a una fortissima e profonda integrazione fino a dare origine alla Petite Sicile, una cittadina costituitasi in Tunisia, così chiamata dai tunisini e dagli europei proprio perché popolata soprattutto da Siciliani emigrati

Unavantaluna incontra con questo spirito di integrazione e fratellanza il meglio della musica Tunisina a Roma: il maestro Ziad Trabelsi, musicista tunisino e figlio d’arte, da anni impegnato in una ricerca che coniuga sonorità della sua terra con quelle della musica tradizionale italiana e più in generale occidentale. Oltre a una vasta attività come autore di musiche per il teatro e per il cinema, Ziad è noto al grande pubblico per essere uno dei solisti de “l’Orchestra di Piazza Vittorio”.

 

Unavantaluna

 

Pietro Cernuto: zampogna a paro, friscaletto, voce, percussioni
Francesco Salvadore: 
voce, percussioni
Carmelo Cacciola: 
lauto cretese e voce
Luca Centamore: 
chitarre
Arnaldo Vacca: 
tamburi a cornice  

 

Ziad Trabelsi: oud e voce

 

Ingresso: 15 Euro – Riduzione Finisterre 12 Euro
Promozione Speciale: al secondo concerto di Errare Humanum Est acquistato verrà applicata una riduzione del 33%
- 10 Euro anziché 15 Euro – 

Info e prenotazioni: press@finisterre.it